fbpx

Facebook Shop

WebMk Italia News venerdì, 22 Mag 2020
Digital 2019, report sullo stato globale del digitale
Tempo stimato di lettura: 5 minuti

Facebook Shop, i profili aziendali diventano anche vetrine.

Ad annunciarlo il 19 maggio Mark Zukerberg in una diretta,
per fare il punto sull’impegno di Facebook contro la pandemia.

L’espansione del digitale e dell’e-commerce saranno le sfide del 2020 e per gli anni a seguire per la nuova economia.

Si chiamano Facebook Shops e sono le nuove vetrine virtuali per aiutare le piccole e medie imprese a potenziare le vendite online con i nuovi e-commerce.

Il lancio di Facebook Shop arriva nel pieno boom dell’e-commerce, a livello mondiale, in connessione con il lockdown, una opportunità da non perdere per vendere i propri prodotti o servizi in uno spazio virtuale. Piccole e grandi aziende che hanno saputo reagire ed investire in piattaforme di commercio elettronico, sopratutto nel settore alimentare, hanno potuto sopravvivere in questi mesi scoprendo nuovi modi virtuali di lavorare e vendere i propri prodotti sul mercato locale.

L’intenzione di Facebook Shop è di migliorare l’esperienza standard del commercio online memorizzando le credenziali di pagamento degli utenti in unico luogo per poi utilizzarle su qualsiasi vetrina di Facebook od Instagram.

Un articolo su Facebook News introduce la nuova feature “Presentazione di Facebook Shops: aiutare le piccole imprese a vendere online“:

In questo momento molte piccole imprese stanno lottando e, con la chiusura dei negozi, altre stanno cercando di portare le loro attività online. Il nostro obiettivo è rendere lo shopping senza soluzione di continuità e consentire a chiunque, da un piccolo imprenditore a un marchio globale, di utilizzare le nostre app per connettersi con i clienti. Ecco perché lanciamo Facebook Shops e investiamo in funzionalità nelle nostre app che ispirano le persone a fare acquisti e a rendere più facili gli acquisti e le vendite online.

E proprio come quando sei in un negozio fisico e hai bisogno di chiedere aiuto a qualcuno, nei negozi di Facebook sarai in grado di inviare messaggi a un’azienda tramite WhatsApp, Messenger o Instagram Direct per porre domande, ottenere supporto, tenere traccia delle consegne e altro ancora. E in futuro, sarai in grado di visualizzare un negozio aziendale e fare acquisti direttamente in una chat.

 

Facebook Shops

Fonte Facebook news

 

L’esplosione del Social Commerce non è solo il risultato del momento storico ma di un’evoluzione, già prevista in tempi non sospetti (vd. We Are Social 2020), delle esperienze di acquisto direttamente in-app come i contenuti acquistabili su Instagram. Il comportamento sui social media, come già rilevato nel 2019, è cambiato con più di un utente su tre che ha dichiarato di utilizzare le piattaforme per cercare informazioni ed idee per il loro prossimo acquisto.

Le piattaforme stanno spingendo sull’acceleratore dell’e-commerce via social dal lato utente per offrire la semplicità e la rapidità d’acquisto ove quella di un prodotto online poteva risultare un po macchinosa (cercare il prodotto su un motore di ricerca, visitare il sito web del venditore, valutare le opinioni online, …, ritornare sul sito del venditore ed acquistare).

il Social Commerce offre un’unico luogo dove trovare tutto questo. Sicuramente non tutti i percorsi della trafila d’acquisto (ricerca, valutazioni, opinioni) saranno integrabili in una scheda sui Social Commerce, ma per molti prodotti “basilari” è un’ottima soluzione

Chiaramente per le piattaforme è una grande opportunità così come lo è per le grandi marche che possono offrire un’esperienza di acquisto per il consumatore con valore aggiunto.

Piccoli negozi

I Piccoli negozi

Un discorso a parte meritano i “piccoli negozi

sicuramente i più importanti destinatari del Social Commerce. Agli Small Business, che hanno necessità in questo momento sociale di adattarsi al commercio online, vengono forniti gli strumenti per essere presenti e vendere in un settore solitamente dominato dalle grandi aziende.

E’ da tempo che sosteniamo la necessità di avere delle piattaforme più “semplici” e meno impegnative a disposizione degli Small Business, le ultime risposte messe in campo dalle piattaforme Social sembrano esserne la risposta.

Facebook Shop è attualmente gratuito come vetrina, i pagamenti degli acquisti dei clienti al momento si appoggiano su alcune piattaforme esterne che hanno dei costi percentuali ancora elevati e non paragonabili a quelli di un normale POS ma non ci vorrà molto che diverse soluzioni ed integrazioni con sistemi bancari siano implementate.

Aprire uno “Shop” su Facebook, aprirà un ventaglio di opportunità che nel corso dei mesi andrà progressivamente ad arricchirsi. Facebook spiega infatti che la novità parte oggi, ma che è destinata ad arricchirsi man mano con l’introduzione di nuove funzioni ed uno sviluppo progressivo a livello internazionale.

Nuove applicazioni in arrivo

In questo momento Facebook sta anche testando lo shopping dal vivo con l’acquisto di prodotti in tempo reale durante video in direttaPresto venditori, marchi e creatori saranno in grado di taggare i prodotti dal loro negozio o catalogo Facebook prima di andare in diretta e questi prodotti verranno mostrati nella parte inferiore del video in modo che le persone possano facilmente toccare per saperne di più e acquistare“.

Un’altra implementazione negli Shop sarà un programma di fidelizzazione legato al profilo del consumatore che offrirà un luogo dove controllare i punti guadagnati e riichiedere i premi.

Facebook Shop è attivabile anche in Italia mentre per l’integrazione anche su Instagram, estensione naturale, bisognerà aspettare probabilmente questa estate.

Aggiornameno ultima ora 26.05.2020

Facebook Shop rimane gratuito ma, come prevedevamo, con una piccola commissione per ogni acquisto, con transazioni (checkout) svolte direttamente da Facebook, pari al 5%.

Commissioni di vendita

Quando effettui una vendita, deduciamo automaticamente un costo dal tuo pagamento. Questo prende il nome di “commissioni di vendita”.
Le commissioni di vendita ammontano al 5% per spedizione o a un costo fisso di 0,40 USD per le spedizioni pari o inferiori a 8,00 USD. La differenza di prezzo corrisponde ai tuoi ricavi.

Ecco un esempio del modo in cui applichiamo le commissioni di vendita. Immagina di evadere un ordine con più articoli in due spedizioni:

  • Se la prima spedizione è pari a 10 USD, dedurremo 0,50 USD come commissioni di vendita.
  • Se la seconda spedizione è pari a 6,00 USD, dedurremo 0,40 USD come costo fisso.

Le commissioni di vendita:

  • includono le imposte;
  • includono il costo di elaborazione del pagamento;
  • si applicano a tutte le transazioni di acquisto e a tutte le categorie di prodotti su Facebook e Instagram;
  • aiutano a finanziare altri programmi a garanzia di un’esperienza di compravendita ottimale.

Commissioni per il chargeback
Se un cliente richiede un chargeback, tratteniamo l’importo della transazione fino a quando il chargeback non è risolto.
Le eventuali commissioni addebitate appariranno nei tuoi report finanziari. (Fonte Facebook)

Come parte di questo annuncio, Facebook ha affermato di collaborare anche con Shopify, BigCommerce, Woo, Channel Advisor, CedCommerce, Cafe24, Tienda Nube e Feedonomics.
I commercianti saranno in grado di utilizzare queste piattaforme di terze parti per gestire i loro negozi di Facebook, nonché le pubblicità collegate a tali negozi. Secondo il vicepresidente del prodotto Instagram, quasi un milione di aziende hanno già aderito alla funzione.

WebMk Italia Shop

WebMk Italia Shop

WebMk Italia Shop

Anche noi stiamo testandolo nella nostra piattaforma di e-commerce con un’integrazione realizzata dalla stessa Facebook e nel prossimo futuro pubblicheremo un’editoriale di approfondimento e studieremo un’eventuale soluzione “chiavi in mano”.

Fonti: Facebook, We Are Social

Abbonati alla ns. 🗞 Newsletter

😀Grazie, ora sei iscritto alla Newsletter di WebMk Italia

Pin It on Pinterest

Share This
Avvia la chat
1
💬 Possiamo aiutarti ?
Salve 👋
possiamo aiutarti !